domenica, febbraio 18, 2007

Non sono un gran scrittore, non conosco parole difficili ma posso spiegare con pochi versi quello che ho provato ieri alla manifestazione a Vicenza, sensazioni ed emozioni che non provavo da tempo, anzi, che non ho mai provato in vita mia, stare insieme a 200.000 persone condividendo lo stesso pensiero, neanche ad una partita di calcio va così, neanche.
La manifestazione di ieri è stata semplicemente perfetta, tutti insieme per un'unico scopo: la pace.
Il governo e la stampa nazionale prendano come severa lezione il movimento vicentino per i loro futuri squallidi raggiri, l'amore non si compra, l'amore non si può sconfiggere.
Ora viene il difficile, continuare la lotta per difendere la terra, i ragazzi di Vicenza non saranno mai soli su questo possono contarci, tutti coloro che desiderano pace ed amore saranno sempre con loro, moralmente e fisicamente se fosse ancora necessario pronti a scendere in campo.
Non siamo antiamericani, siamo dalla parte degli americani che come noi si oppongono al regime di terrore instaurato dal loro presidente e dalla sua cerchia di corrotti, politici italiani compresi.
Pace e libertà.

1 commento:

Francesco ha detto...

Gentiele signore, quando sulla Kataweb Lei ha parlato di mercenari,oltretuto vilipendiando, si riferiva a quel porco di Ernesto Che Geuvara,a quel tubercoloso?