martedì, aprile 24, 2007

Lo dirò a modo mio, con parole povere, se ad Aprile siamo già in allarme siccità le cose vanno davvero male, se non piove e non si interviene seriamente finiamo arrostiti, in Italia, figuriamoci al Sud (d'Italia e del Mondo).
Dal canto mio sto facendo qualcosa da tempo, ridurrò ancora il consumo di acqua, il mio giardino soffrirà la sete quest'anno, pazienza, meglio lui che me.
Che lo Stato intervenga immediatamente razionando l'acqua in modo che tutti coloro (e son tanti) che non se ne sono accorti prendano una responsabilità civile della situazione e inizino ad "abituarsi" ad una vita di ristrettezze.
Questa non è la soluzione definitiva ma almeno dovrebbe fare arrivare la voce dove ancora non è arrivata.

1 commento:

Lavinia ha detto...

Lasciamo a secco i prati allora!