venerdì, novembre 03, 2006

Oggi è una di quelle giornate che non so se mi stanno andando bene o male, mi fanno invece male le orecchie, me le sento rimbombare dentro e la testa non mi fa male ma neanche bene, non sono a pezzi ma neanche in forma, non sono triste ma neanche felice.
Odio sentirmi così, meglio quando sono felice o incazzato nero, così non so come comportarmi mi riesce tutto più difficile.
Non leggo il giornale, non mi interesso di nulla, lavoro si ma senza convinzione, attendo stasera di tornare al calduccio di casa mia.
Oggi vorrei stare spento, stanotte ho sognato che ero morto ed ero una specie di angelo, vedevo gli altri ma loro non vedevano me, ero con i miei amici, nella via dove siamo cresciuti, piangevo come un pazzo vedendoli, volevo che anche loro mi potessero guardare e parlare come facevamo ai tempi in cui ero ancora vivo.
Che cosa vorrà dire non lo so, non mi interessa il significato di un sogno, è un sogno punto e basta.

2 commenti:

TitoOrangeDog ha detto...

Io ero convinto di esser un po troppo pessimista, dichirando che òl'italiano medio è un po troppo maleducato, ma tu mi superi in curva, con la storia della merda che ci circonda! :-D

il parra ha detto...

Perchè no! Forse hai ragione, forse i sogni non interpretano la nostra vita, forse in maniera fraudolenta la occupano, sfruttando la nostra distrazione...
ciao
il parra