lunedì, settembre 04, 2006

Mi ritrovo come sempre che è lunedì, prima o poi arriva sempre e sono qui, pieno di punture di zanzare, ho un prurito che si estendo lungo le mie braccia che mi da i nervi, gli occhi pallati che fanno fatica a rimanere aperti, dolorini vari ed eventuali sparsi qua e là nel mio corpo...e intanto penso alla parola GRATIS.
Dove mi giro e mi rigiro la vedo scritta o pronunciata, tutto è gratis al mondo, cibo, vestiario, beni di consumo vari ed eventuali, sembra quasi che la gente lavori per niente tanto è tutto GRATIS, secondo loro ovviamente.
Ringrazio tutti per la disponibilità ma io preferisco pagare quello che prendo e quindi quando vedo la parola GRATIS associata a qualche cosa che devo prendere ecco che scappo via, intimorito più che attratto.

5 commenti:

Kietta ha detto...

Dove hai visto così tante volte la parola gratis? Io non la vedo mai.

Alessandro ha detto...

Perchè non osservi.

Kietta ha detto...

O forse osservo solo ciò che vale!

Alessandro ha detto...

Beh sei davvero brava allora, una cercatrice di aghi in un pagliaio complidenti.

Kietta ha detto...

No sono solo meno paranoica!

Il parlare sempre di cosa non va è un solo discutere o un cercare di tenersi la propria coscenza a posto?

E'un reato essere felici?